April 30, 2012

Confused Queen's Day!

Finalmente il fatidico giorno è arrivato, al risveglio mi sento come un bimbo la mattina di Natale con gli occhi luccicosi e tanta voglia di festeggiare questo magnifico giorno.

  • Dieci del mattino: un magnifico sole illumina questa giornata, il tutto è agghindato di arancio, e il mare è così brillante che fa quasi male agli occhi. E' stato veramente un miracolo avere un sole così splendente per tutta la giornata, siccome c'è stata pioggia, grigio e buio per settimane. Per tradizione, abbiamo iniziato da Vondelpark, il parco più grande della città, dove ci sono letteralmente centinaia di entusiasti bambini olandesi che vendono giocattoli, gelato, ciambelle fatte in casa e facepainting. Alcuni di loro si esibiscono nei balli, in trucchi su monocicli, ma si fa fatica a camminare, tanta è la gente, anche se a dire il vero, mi piace lo spirito del parco nelle prime ore del mattino. I lati dei sentieri sono pieni di bancarelle improvvisate dai cittadini, dando vita ad uno dei più grandi mercatini delle pulci del mondo. Le bancarelle sono dappertutto nella città e gli spazi vengono prenotati e delimitati, molto artigianalmente, uno o due giorni prima.

  • L’ora x sta per scoccare, mezzogiorno arriva e così cominciamo a lavorare, ed eccoci tutti rigorosamente in arancio e tutti scalpitanti. Il dj del locale a fianco prova il sistema l'audio, ed E. (il nostro titolare) ci da l’ok per iniziare i festeggiamenti. Il barbecue viene preso d'assalto dai turisti e dagli olandesi, e così anche per le birre e le bibite fresche. La musica è fortissima e il buon umore è di casa, la festa ha inizio, si balla, si parla, si vende, si scherza, ci si gode il sole e soprattutto ci si sente osservati da tutti coloro che ci guardano dalle strade e stradine mentre vendiamo i ciuripan e gli hamburger.

  • Si fanno le 6.00 p.m. e si comincia ad aprire il ristorante, sono entrate mille persone con una fame assurda, bene per il mio titolare e anche per noi che grazie a questa festa abbiamo guadagnato un cifro. La festa della regina per noi si conclude verso le tre del mattino, quando ormai sfiniti ci accasciamo sul letto.

    Il risultato personale di questa giornatona? Bhè, avrei preferito passare il giorno della regina su una delle barche lungo il canale, anche se mi hanno riferito che sono rimaste bloccate tutto il giorno. Ma in compenso, passarlo con il mio titolare, il mio ragazzo e i miei colleghi mi ha messo tanta gioia, abbiamo lavorato divertendoci e questo è meraviglioso. Poi c'è sempre l'anno prossimo per festeggiarlo in altri modi no?

    E' stato pazzesco, ma di sicuro uno dei miei giorni preferiti dell'anno.

    1 comment:

    1. Adoro! Mi manca Amsterdam. Devo assolutamente tornarci presto :)

      ReplyDelete